Share

Jova Beach Party

Jova Beach Party

Possiamo dire a gran voce “NOI C’ERAVAMO”!

Le sfide nascono per essere superate e, questa sfida, ci ha sicuramente rimesso in discussione, ma alla fine ce l’abbiamo fatta.

Una breve introduzione

Jova Beach PartySono 17 le tappe del tour che abbiamo dovuto affrontare: da Lignano a Viareggio, da Lido di Fermo a Rimini, da Lido degli Estensi a Plan de Corones, passando per Praia a Mare, Roccella Jonica, Olbia, Castel Volturno, Montesilvano, Linate e altre ancora. Affrontate grazie ad un partner forte come Sunsquare ed alla professionalità e serietà che ci hanno sempre contraddistinto, siamo stati in grado di far fronte alle necessità degli sponsor di ottenere la protezione ideale dal sole ed ai 600 mila spettatori che hanno trovato ristoro sotto le nostre immense vele durante tutto il tour nonostante i tempi ristrettissimi che questo ci ha imposto.

Qualche numero

Sono 9 le vele installate e disinstallate ogni tappa, per passare a quella successiva e ripetere daccapo l’operazione. Di queste: 6 da mq 80, 2 da mq 35 ed una da mq 64, tutte realizzate con tessuto PVC microforato traspirante, per evitare che il sole, il vento ed il mare potessero logorarlo. Alte 6 metri laddove allacciate alle torri layer, raggiungono un’altezza di 3 metri circa nel punto più basso, con un boma centrale di avvolgimento sviluppato in due fantastici triangoli simmetrici. Contrappesate con 1500 kg per ogni palo, le piastre in acciaio inox non hanno dato alcun segno di indebolimento, nonostante le innumerevoli intemperie affrontate ed il forte vento presente su ogni spiaggia.

Cosa ci distingue

Jovanotti

Quando siamo partiti, grazie al progetto di del noto progettatore di spazi Riccardo Lattuada, che collaborando con Trident Music (agenzia dell’artista) ha sviluppato forme e geometrie uniche e visionarie, non credevamo che il nostro progetto potesse rientrare nei budget dell’evento vista la particolare qualità dei prodotti. In effetti avevamo ragione. Solo la maniacale cura ed attenzione di Lorenzo Cherubini (in arte Jovanotti) alla buona riuscita dell’evento ha giocato a nostro favore. Essersi innamorato del nostro progetto gli ha fatto scattare la molla che lo ha poi portato a scartare tutti gli altri, rimodulando i budget e rinunciando ad altri investimenti pur di poter esporre le particolari ed uniche forme che solo noi siamo stati in grado di proporre.

 

Proprio questo ci ha reso il partner perfetto per sposare il progetto del Jova Beach Party.

 

Share post: